Santuario Signore della Città PDF Stampa E-mail
Luoghi - Chiese

Signore della CittàLa fondazione della chiesa risale, secondo alcune testimonianze di storici nisseni quali Michele Signeri, Giuseppe Alesso e Giovanni Mulè Bertòlo, al XIV secolo d.c. Notizie certe della sua esistenza si hanno nel 1730 grazie ad alcuni documenti (Notiziario di Stato della Città di Don Giovanni Agostino Riva) che indicano che la chiesa era intitolata a San Nicola di Bari. Una tradizione orale che si tramanda di generazione in generazione narra che agli inizi del 1300 a un centinaio di metri dalla chiesa, e precisamente nel largo Scribani che si trova nell'attuale incrocio fra via Roma e viale Amedeo, esisteva una piccola grotta dove i Fogliamari del tempo (raccoglitori di erbe selvatiche) rinvenirono un crocifisso annerito dal fumo delle due candele che gli erano poste accanto. Da quel giorno nacque a Caltanissetta la devozione per quel crocifisso di legno scuro, di stile bizantino, che diventò presto il primo patrono di Caltanissetta. Probabilmente al tempo si pensò di costruire nei pressi del luogo di ritrovamento una chiesa apposita dove custodire il crocifisso ma lo stesso fu collocato fino alla seconda metà del 1700 in un'altra chiesa, sempre vicina al luogo del ritrovamento, ovvero la chiesa di San Leonardo dal Riva che era una filiale di Santo Spirito. In quegli anni tale chiesa venne distrutta e il crocifisso trovò dimora definitiva nella chiesa di San Nicola che da allora divenne la chiesa del Crocifisso o del Signore della Città. (Clicca qui per vedere la mappa)
Originariamente la chiesa risultava essere molto più piccola da come appare oggi e l'entrata principale era posta alla fine dell'odierna via Signore della città. A testimonianza di ciò vi sono due archi visibili nella facciata laterale sinistra esterna che indicano l'esistenza del vecchio portale oggi usato come entrata secondaria. Di fronte a questo portale vi è una nicchia, oggi occupata dall'organo della chiesa, dove era collocato il Cristo. Padre Angelico LipaniFu grazie ai conti Testasecca, e in particolare alla contessa Maria Adelaide Testasecca, che la chiesa, fra il 1872 e il 1880, venne restaurata, ingrandita e dotata di un altare, oggi adorno di un ricco mosaico dorato opera nel 1955-57 dell'artista Bevilacqua dove è posto il Crocifisso, e di un ingresso principale fatto con la tipica pietra arenarica nissena che si trova nelle cave di Sabucina.
All'interno della chiesa sono custodite opere di rilevante importanza. Fra queste vi è uno splendido San Francesco del 1882, opera dei Biancardi famosi in città per aver costruito quasi tutti i gruppi statuari delle Vare che vengono portati in processione il giovedì santo di Pasqua.
All'interno della chiesa trova posto anche un'altra storica statua nissena, quella di sant'Antonio, proveniente dall'omonima chiesa non più esistente che si trovava al posto dell'ex palazzo delle poste di piazza Marconi.
Sul fianco sinistro della chiesa è presente un monumento opera di Piraino e Averna che custodisce dal 1947 la salma di Padre Angelico Lipani. Tale opera fu commissionata dal secondo rettore della chiesa Padre Gerbino, che succedette proprio il fondatore ivi tumulato.
Nel 1872, il vescovo di Caltanissetta, Mons. Guttadauro, affidò a Padre Angelico Lipani la cura della chiesa. Fu grazie alla sua opera, e come detto anche grazie alle elargizioni dei Testasecca, che la chiesa fu ristrutturata e ingrandita così come la si conosce oggi.
Nel 1876 Padre Angelico commissiona all'artista Gaetano Chiaramonte da Enna il Fercolo (la Vara) che servirà da quell'anno in avanti a portare il Crocifisso in processione per le vie della città. Nel 1877 l’edificio fu dichiarato dalla Santa Sede “Chiesa francescana”. "Qui Padre Angelico iniziò le sue attività apostoliche e caritative.
Signore della Città. Cristo NeroNel 1881 Caltanissetta fu duramente provata da lutti, povertà e miseria. Le esplosioni avvenute nelle miniere Gessolungo e Tumminelli causarono 106 morti e lasciarono orfani molti bambini e nella miseria molte famiglie. La chiesa del Signore della Città divenne il centro operativo da cui si coordinavano cibo e soccorsi. Padre Lipani pensò quindi di costruire nei locali attigui alla chiesa un istituto per aiutare le famiglie povere della città fondando un ricovero per le fanciulle orfane. Il 15 ottobre del 1884 si conclusero i lavori e furono ospitate le prime orfane. Sorse, così, l’istituto “Signore della Città” nucleo della futura Congregazione. Il 15 ottobre del 1885 furono consacrate le prime due suore, Giuseppina Ruvolo e Grazia Pedano. Tre anni dopo Padre Angelico ricevette dal Vescovo l’attestato di approvazione dell’Istituto: la Congregazione delle Suore Francescane del Signore era ormai avviata. Padre Angelico trascorse gli ultimi anni della sua vita nella sua casa a Caltanissetta. Dopo anni di sofferenze egli spirò il 9 luglio del 1920 e nell’elogio funebre gli furono attribuite le parole di Gesù “sale della terra e luce del mondo”"1.
Una lapide posta all'ingresso della chiesa riporta come data di elevazione della chiesa a Santuario quella del 1957, elevazione avvenuta durante la rettoria di Mons. A. Sorce, terzo rettore della chiesa, che come ricordato in precedenza abbellì l'altare con splendidi mosaici, opera questa che fu conclusa nel 1968 dal suo successore e attuale rettore, il sacerdote Giuseppe Sorce, che, fra le altre cose ha restaurato la chiesa e soprattutto ha organizzato Fogliamari e Devoti in Associazione. Dal 2002 l'associazione dei fogliamari e devoti del Santissimo Crocifisso anima la processione del Venerdì santo.

Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img]   
:D:angry::angry-red::evil::idea::love::x:no-comments::ooo::pirate::?::(
:sleep::););)):0
 

Galleria Fotografica

Condividi questo sito

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

Video

You need Flash player 6+ and JavaScript enabled to view this video.
Title: Processione Gesù Nazareno
Playlist: 0 | 1

Amici della Miniera

Amici della Miniera

Strumenti

Ci trovi anche su...

  • Facebook:
  • YouTube:
  • Flickr:

Contatore Visite


Oggi:14
Ieri:82
Mese Attuale:3313
Mese Precedente:5901
Totale Visite:110117

Home | RSS Feed
Copyright 2011 "Piccola Atene". Per ulteriori informazioni fare riferimento al disclaimer.
Licenza Creative Commons

Il sito e tutto il materiale in esso contenuto è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0
Proudly Powered by Joomla Design by : Free Joomla 1.5 Template | Supported by : Modern Home Design | CSS | XHTML

Top