Fiume Salso o Imera Meridionale PDF Stampa E-mail
Luoghi - Riserve, parchi, boschi, fiumi

Prima di procedere alla descrizione del Bacino idrografico del Fiume Imera, occorre chiarire un equivoco abbastanza diffuso: anticamente veniva dato il nome di Fiume Salso a tutti i fiumi del comprensorio che presentano un'elevata salinità delle acque; ciò è dovuto al fatto che i fiumi si originano e scorrono in parte su rocce della serie gessoso-solfifera.
Veniva cosi chiamato Fiume Salso, oltre a quello propriamente detto, che è un affluente settentrionale del Fiume Imera meridionale, il Fiume Imera meridionale stesso ed un affluente del Fiume Simeto.
Per evitare ulteriori equivoci d'ora in avanti utilizzeremo la nomenclatura riportata dal Piano Regionale di Risanamento delle Acque, elaborato dalla Regione Siciliana, da cui sono tratte gran parte delle informazioni presenti in questo capitolo.
Il Bacino del Fiume Salso o Imera meridionale ricade nel versante meridionale della Sicilia ed è il secondo per grandezza con i suoi 2.000 Kmq; il suo sviluppo preferenziale è in senso nord-sud, dalle Madonie (a 1912 metri s.l.m.) al Mar Mediterraneo dove sfocia alla periferia orientale dell’abitato di Licata.
Il territorio ricadente nel bacino in esame è compreso nelle province di Agrigento, Caltanissetta, Enna e Palermo.
Numerosi ed importanti centri abitati ricadono in questo bacino, tra questi Caltanissetta, Pietraperzia, Ravanusa e Licata, Ganci.
Il territorio del bacino è ampiamente utilizzato per fini agricoli e per l'allevamento del bestiame; le colture prevalenti sono di tipo erbaceo (seminativo).

Il fiume Imera meridionale e i suoi affluenti

Il Fiume Imera meridionale con i suoi 110 Km di lunghezza è l'asta principale del bacino omonimo; lungo il suo corso riceve numerosi affluenti tra cui il Fiume Morello ed il Fiume Torcicoda, che scorrono in provincia di Enna e sboccano sulla sinistra idrografica del Fiume Imera proprio nell'area interessata dallo studio.
Il Fiume Salso, primo importante affluente, nasce alle pendici di Pizzo di Corvo con il nome di V.ne Acqua Amara e lungo il suo sviluppo di circa 28 Km riceve le acque del Fiume Gangi; esso sbocca poi sul Fiume Imera meridionale che nei primi tratti è denominato T. Mandarini e poi Fiume Petralia.
Dai dati del P.R.R.A., risulta esistente nel bacino un lago artificiale, denominato Villarosa (sul Fiume Morello) e altri due chiamati Olivo e Gibbesi in via di completamento. Il Fiume Morello è lungo 31 Km e ricade in un sottobacino del Fiume Imera meridionale esteso 178 kmq Il Fiume trae origine dalle pendici di Pizzo Gallo, in territorio del Comune di Calascibetta e il suo unico affluente di una certa importanza è il V.ne Pietrelunghe.
Il Fiume Torcicoda è il corso d'acqua principale dell'omonimo bacino che si estende per 123 Kmq nella provincia di Enna. Ha una lunghezza di km 18 e sbocca sul Fiume Imera in prossimità del ponte di Capodarso. Dai dati in nostro possesso risulta che le acque di un affluente del Fiume Torcicoda, possiedono caratteristiche di salinità molto al di sotto di quelle del Fiume Imera e dello stesso Torcicoda.

Caratteristiche fisico – chimiche delle acque

I dati che seguono sono tratti da uno studio di mappaggio biologico svolto nel 1993 dalla Soc. Coop. Agonica ar.l. di Palermo in occasione della redazione dello Studio di fattibilità del Parco Imera Sabucina e Turolifi, che si ritengono tutt’ora rispondenti alla situazione attuale del Fiume Imera. Lo Studio citato ha rilevato i seguenti parametri:

pH

I valori di pH osservati sono leggermente basici, variando da 8.60 e 8.65 (un range di valori molto limitato) e attestandosi mediamente su un valore di circa 8.62 unità.
Dai dati raccolti non è riscontrabile un fenomeno eutrofico associato ad un incremento di pH legato alla fissazione di anidride carbonica da parte della massa algale in nessuna delle stazioni campionate.

Conducibilità elettrica e salinità

Di estremo interesse sono le considerazioni sui valori della conducibilità elettrica che ci offrono un'indicazione sulla mineralizzazione delle acque del Fiume Imera meridionale e soprattutto ci forniscono una chiave di lettura per la corretta interpretazione dei dati biologici. I dati registrati sono molto alti; vanno da un minimo di 7.200 microsiemens per cm ad un massimo di 10.080 microsiemens. In genere esiste una correlazione tra elevato tenore salino e alcune forme di inquinamento. In questo caso possiamo invece parlare di una forma di "inquinamento naturale" dovuta alla presenza nelle acque di sostanze normalmente presenti, quali Cloruri e Solfati, ma in concentrazioni tanto elevate da diventare "fattore limitante" la crescita (Liebig) per molti degli organismi comunemente presenti negli ambienti dulciacquicoli lotici siciliani. I valori di salinità misurati, che si aggirano in media intorno ai 6 grammi di NaCl per litro, vanno interpretati con molta cautela in quanto sono presenti oltre al comune NaCl altri anioni quali SO4-- , NO3- etc.

Temperatura

La temperatura costituisce un altro parametro da non trascurare, specialmente nel periodo di magra in cui, a causa del deficit idrico, si misurano basse portate.
Sono state rilevate in contemporanea sia la temperatura dell'aria sia quella dell'acqua. I valori trovati sono vicini alle medie stagionali e vanno dai 18.0 °C ai 23.5 °C per la temperatura dell'acqua contro una media di 26.75 °C per la temperatura dell'aria.

Ossigeno disciolto

La misurazione dell'ossigeno disciolto fornisce utili informazioni per verificare il bilancio tra fotosintesi e respirazione negli ambienti di acque correnti come anche in altri ecosistemi acquatici, anche se è influenzato da fattori quali la temperatura dell'acqua, l'ora della misurazione, l'idrodinamismo. I valori rilevati sono tutti maggiori agli 8.8 ppm corrispondenti alla piena saturazione (100 % sat.) e vanno da un minimo di 8.9 ppm al massimo di 13.5 ppm in presenza di
una consistente vegetazione acquatica, ma senza segni evidenti di eutrofizzazione. Questi valori di ossigeno disciolto indicano tra l'altro che il fiume non subisce l'influsso di significativi scarichi ad alto contenuto di sostanza organica e, cosa ancora più importante, possiede una notevole capacità autodepurativa e di autoregolazione.

Tabella riassuntiva dei parametri fisici

STAZ.    O2 DISCIOLTO mg/l       pH      CONDUCIB. ELETTR.s x cm TEMP. ARIA °C TEMP. ACQUA°C
A              10,7            8,62             7.410            26,0          20,8
B              12,0            8,63             8.130            26,2          23,3
C              13,5            8,60             8.950            26,5          22,5
D              8,9             8,65             7.200            29,0          18,0
E              9,7             8,65             10.080           26,5          23,5
F              -               7,8              7.400            26,3          24,4

Considerazioni generali sui parametri ambientali

Le indagini che sfruttano gli indicatori biologici non devono essere considerate un'alternativa all'utilizzo delle determinazioni analitiche, ma un loro importante completamento per una più corretta descrizione degli ecosistemi, come ad esempio quello acquatico. Nel corso dello studio sono stati rilevati in campo i valori dei principali parametri fisici e fisico-chimici.
Infatti, le indicazioni analitiche possono fornire importanti informazioni, sia all'ecologo che all'idrobiologo, poiché le caratteristiche fisico-chimiche delle acque coincidono con i parametri ambientali vitali di molti organismi acquatici.
In questo caso si sono consultate le determinazioni analitiche effettuate dalla U.S.L. n. 16, Laboratorio di Igiene e Profilassi di Caltanissetta.
I dati si riferiscono ad un prelievo del marzo del 1993) ed a stazioni molto prossime rispetto a quelle dello studio citato. Le determinazioni analitiche, mostrano alcuni aspetti interessanti:

  • i valori della temperatura (aria e acqua) sono più bassi in corrispondenza al più freddo mese di marzo;
  • i valori della conducibilità sono molto più bassi a causa delle maggiori portate presenti in quel periodo dell'anno;
  • è presente una piccola concentrazione di sostanza organica rivelata dai valori di B.O.D. La sua presenza è probabilmente dovuta al contributo in sostanza organica proveniente dall'attività zootecnica; i valori di azoto ammoniacale sembrano confermare questa ipotesi;
  • sono presenti tracce di ortofosfati e fosforo totale;
  • i cloruri assumono ovviamente valori elevati, mentre non è stata determinata la presenza di altri importanti sali quali i solfati di Calcio e Magnesio.

L'esame di alcune determinazioni microbiologiche effettuate dallo stesso laboratorio di Igiene e Profilassi nelle stesse stazioni, ma in un differente periodo (novembre 1992), mette in evidenza la presenza nelle acque del fiume di batteri fecali:
-        coliformi totali:       oltre 1100 in 100 ml
-        coli fecali:            oltre 1100 in 100 ml

Tipologie di dissesto idrogeologico riscontrate

In questo paragrafo vengono illustrate le principali e più diffuse tipologie e forme di dissesto che interessano l'area.
Tra le forme più evidenti si riconoscono:
-       fenomeni diffusi di erosione dei suoli,
-       calanchi,
-       fenomeni di soliflussione,
-       fenomeni di crollo,
-       limitati dissesti franosi.


Commenti (0)
Commenta
I tuoi dettagli:
Commento:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img]   
:D:angry::angry-red::evil::idea::love::x:no-comments::ooo::pirate::?::(
:sleep::););)):0
 

Galleria Fotografica

Condividi questo sito

FacebookMySpaceTwitterDiggDeliciousStumbleuponGoogle BookmarksRedditNewsvineTechnoratiLinkedinRSS Feed

Video

You need Flash player 6+ and JavaScript enabled to view this video.
Title: Processione Gesù Nazareno
Playlist: 0 | 1

Amici della Miniera

Amici della Miniera

Strumenti

Ci trovi anche su...

  • Facebook:
  • YouTube:
  • Flickr:

Contatore Visite


Oggi:107
Ieri:105
Mese Attuale:2787
Mese Precedente:3377
Totale Visite:92839

Home | RSS Feed
Copyright 2011 "Piccola Atene". Per ulteriori informazioni fare riferimento al disclaimer.
Licenza Creative Commons

Il sito e tutto il materiale in esso contenuto è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0
Proudly Powered by Joomla Design by : Free Joomla 1.5 Template | Supported by : Modern Home Design | CSS | XHTML

Top